INTERNATIONAL RESIDENCE - Appartamenti per vacanze e lavoro

E’ lo storico e amato tram di Milano, nato il 9 settembre 1878. La sua nascita ha permesso il primo pendolarismo tra la città e i sobborghi dove risiedevano le fabbriche. Siamo infatti in un periodo di forte espansione industriale contrassegnata dalla richiesta di aree sempre più estese per la costruzione delle nuove industrie. Di conseguenza le fabbriche iniziarono ad essere costruite al di fuori della città. Tuttavia le strade di comunicazione allora esistenti non erano paragonabili a quelle odierne. In primo luogo erano sterrate o rivestite con il famoso pavè. In più erano dissestate, irte di buche e dossi. Inoltre a Milano mancava un vero e proprio servizio di trasporto pubblico. I cittadini si spostavano con mezzi propri, vetture di piazza o omnibus urbani. Ma questi mezzi non erano in grado di rispondere alle esigenze di mobilità dei lavoratori milanesi. Per questo si può capire il successo del Gamba de Legn: un mezzo su rotaie, avente come motore una locomotiva a vapore, in grado di trasportare molti più passeggeri. Per quanto riguarda l’origine del nome ci sono diverse ipotesi:
. L’usanza di fa precedere il treno in alcune circostanze (nebbia, traffico od ordine pubblico) da un uomo a piedi con fischietto e bandiera rossa per segnalare i possibili pericoli. Uno di questi addetti (“il sciùr Romìldo”) inciampò nelle rotaie perdendo una gamba, che venne sostituita appunto con una gamba di legno.
. Il movimento caracollante del treno stesso, somigliante a una camminata claudicante. Infatti il treno era anche chiamato s’gich o s’giccherlìn che in dialetto dà appunto l’idea di zoppia.
. Il caratteristico “to-toc, to-toc” che accompagnava il passare del treno, simile al rumore di una stampella di legno.
Il Gamba de Legn terminò la sua onorata carriera il 31 agosto 1957, in un tripudio di folla festante.

Storia e foto

By |2021-04-27T12:55:27+00:00aprile 27th, 2021|Senza categoria|